Nan-in, un maestro giapponese dell’epoca Meiji (1868-1912), ricevette la visita di un professore universitario che era andato da lui per interrogarlo sullo Zen. 

Nan-in servì il tè. Colmò la tazza del suo ospite, e poi continuò a versare. Il professore guardò traboccare il tè, poi non riuscì più a contenersi.
E’ ricolma. Non ne entra più!’
Come questa tazza,’ disse Nan-in ‘tu sei ricolmo delle tue opinioni e congetture. Come posso spiegarti lo Zen, se prima non vuoti la tua tazza?’ 

Per riempire bisogna prima saper togliere.

Come si può fare cosmesi di qualità se prima non si tolgono tutte quelle sostanze nocive per la salute della nostra pelle e del nostro ambiente?
Da una domanda nasce la nostra Filosofia dei Senza. 

La maggior parte dei cosmetici presenti sul mercato non sono adatti per quelle pelli sensibilizzate, stressate e danneggiate da trattamenti farmacologici prolungati e terapie intense come chemioterapia e radioterapia.
Molto più perché in certe condizioni la pelle perde la sua specifica funzione barriera diventando particolarmente fragile, sensibile e reattiva.

I nostri prodotti sono:

Senza 

Senza 

Senza 

Senza 

Senza 

Senza 

Senza 

Senza 

Senza 

Senza 

Senza 

Senza 

Senza 

Senza